L’isola delle Torri. Giovanni Lilliu e la Sardegna Nuragica

Isola delle torri_invito_
Genere
Topografico; tematico
Data inizio
15/03/2014
Data fine
29/11/2015
Luogo
Cagliari, Roma, Milano
Sede
Cagliari, Cittadella dei Musei, Torre di S. Pancrazio; Roma, Museo Preistorico Etnografico "L. Pigorini"; Milano, Museo Civico Archeologico

Curatori

Marco Minoja, Luisanna Usai, Gianfranca Salis

Progetto scientifico

"L’isola delle torri. Giovanni Lilliu e la Sardegna nuragica."
Cagliari 15 marzo 2014 - 30 settembre 2014
Roma 1 novembre 2014 - 12 marzo 2015
Milano, 7 maggio 2015 - 29 novembre 2015


Il 15 marzo 2014 è ricorso il centenario della nascita di Giovanni Lilliu, l’archeologo e intellettuale sardo che con la sua instancabile attività di studioso e divulgatore ha portato all’attenzione della Sardegna e del mondo la civiltà nuragica.

L'isola delle torri_Giovanni Lilliu

Il suo modello interpretativo rimane a tutt’oggi un imprescindibile termine con cui dialogare e confrontarsi. Ecco perché, per ricordare la figura del grande archeologo nasce il progetto della mostra “L’isola delle torri. Giovanni Lilliu e la Sardegna nuragica”: un’occasione straordinaria per conoscere i risultati di un’intensa attività di ricerca e di un interesse sempre crescente da parte della comunità scientifica internazionale, che negli ultimi cinquant’anni hanno ampliato il patrimonio di conoscenze sulla archeologia nuragica.

A quasi trent’anni dall’ultima grande esposizione dedicata alla civiltà nuragica a livello nazionale (Nuraghi a Milano, giugno-ottobre 1985) la mostra si qualifica come un evento di estrema risonanza: attraverso un collegamento ideale e costante con l’opera e la figura di G. Lilliu, l’esposizione proporrà nuovi percorsi conoscitivi e ritrovamenti inediti, che guidino il grande pubblico all’interno del lungo arco cronologico, quasi mille anni (Età del Bronzo e del Ferro), in cui si dipana la storia della civiltà nuragica.

L'isola delle torri_nuraghe su Nuraxi

L'isola delle torri_bottone

L'isola delle torri_vasetto miniaturistico

Nuraghe su NuraxiBottone a forma di modellino di nuraghe quadrilobatoVasetto miniaturistico da Santu Antine

Attraverso tre tematismi individuati come filo conduttore del racconto (il metallo, l’acqua e la pietra), in cui si riassume idealmente il paesaggio nuragico, il percorso espositivo porterà all’attenzione del visitatore gli aspetti fondamentali dell’antica civiltà dei sardi. I reperti esposti, talvolta inediti o comunque poco noti, provengono da tutta l’isola, ma anche da rinvenimenti effettuati in Italia e all’estero (Cipro, Spagna, Portogallo), all’interno di una fitta rete di contatti e scambi attraverso il Mediterraneo, che evidentemente a quei tempi non rappresenta una barriera, ma un potente veicolo di comunicazione. Alcuni importanti reperti provengono da sequestri effettuati nella penisola, usciti dalla Sardegna attraverso il mercato clandestino.

L'isola delle torri_navicella

L'isola delle torri_il re pastore

L'isola delle torri_ripostiglio

Navicella da Sa Sedda e sos CarrosIl re pastoreRipostiglio da Alghero

La mostra è inserita all’interno di un programma di 5 eventi nazionali previsti già dalla Direzione Generale per le Antichità nel periodo 2014 e 2015, e debutta a Cagliari, in occasione del centenario della nascita di Giovanni Lilliu, nel complesso espositivo di San Pancrazio, per poi essere trasferita in autunno presso la prestigiosa sede del Museo Etnografico Preistorico L. Pigorini, a Roma, e quindi a Milano, al Museo Civico Archeologico, in concomitanza con l'evento dell'Expo e a fianco di una mostra fotografica di Gianni Berengo Gardin, "Le Torri dell'Isola".

Avrà, quindi, un risalto mediatico nazionale e internazionale, amplificato anche dalla stampa di un ricco catalogo dedicato.

All’esposizione potranno inoltre essere affiancati ulteriori eventi sul territorio regionale, conferenze, manifestazioni con carattere di intrattenimento, esposizioni locali nell’ambito dei musei civici della Sardegna e di altre Regioni. La cittadella dei Musei, all’interno della quale insiste il complesso di San Pancrazio, ospiterà in contemporanea, presso il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, le statue di Mont'e Prama, ed inoltre diventerà teatro di iniziative collaterali, culturali e turistiche, anche con carattere di intrattenimento, diurne e serali.


Enti coinvolti nell’organizzazione dell’evento
Gli enti già impegnati nella realizzazione dell’evento sono:

  • Soprintendenza ai Beni Archeologici per le prov. di Cagliari e Oristano;
  • Soprintendenza ai Beni Archeologici per le prov. di Sassari e Nuoro;
  • Direzione Generale per le Antichità;
  • Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Sardegna;
  • Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini di Roma;
  • Comune di Cagliari;
  • Università degli Studi di Cagliari;
  • Università degli studi di Sassari.


Comitato organizzatore: dott. Marco Minoja, dott. Francesco di Gennaro, prof. Alberto Moravetti, prof.ssa Giuseppa Tanda, dott.ssa Luisanna Usai, dott.ssa Gianfranca Salis

Comitato d'onore: Enrico Atzeni, Giovanni Azzena, Giovannangelo Camporeale, Ercole Contu, Caterina Lilliu, Cecilia Lilliu, Maria Assunta Lorrai, Fulvia Lo Schiavo, Luigi Malnati, Bruno Massabò, Mario Torelli, Vincenzo Santoni

Curatori: Marco Minoja, Luisanna Usai, Gianfranca Salis

Vernissage

15 marzo 2014

Contatti

Indirizzo

Cagliari, Cittadella dei Musei, Torre di S. Pancrazio

Roma, Museo Preistorico Etnografico "L. Pigorini"

Sito web
http://www.isoladelletorri.beniculturali.it/

Documenti da scaricare