Il respiro del Mediterraneo. Trame e colori dell’accoglienza

Roma, Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico "Luigi Pigorini": mostra "Il respiro del Mediterraneo. Trame e colori dell’accoglienza": immagine
Genere
Tematico
Data inizio
14/12/2013
Data fine
30/01/2014
Luogo
Roma
Sede
Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico "Luigi Pigorini"

Progetto scientifico

50° Anniversario Umberto Zanotti Bianco (1889-1963)

Sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

 

L’esempio di ieri nei laboratori di tessitura del villaggio armeno “Nor Arax” di Bari e nei tessuti calabresi di influenza grecobizantina esposti a Bruxelles, Parigi, New York.

L’esempio di oggi nei laboratori artistici dei Borghi solidali dell’Aspromonte ionico, ripopolati dai naufraghi e rifugiati politici siriani, curdi, palestinesi, somali, eritrei, magrebini: la strada aperta dall’esperienza unica di Riace.

 

AGIRE: INFINITO PRESENTE

 

Italia Nostra ONLUS e l’Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno-ANIMI- Società Magna Grecia, in occasione del 50° della scomparsa del loro primo Presidente e fondatore, hanno promosso un programma di eventi pubblici per riportare all’attenzione delle nuove generazioni e di un pubblico più vasto, l’esempio di un esistenza spesa per il Bene Comune in campo sociale, educativo e politico.

Ogni iniziativa realizzata nel Lazio, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, con le Soprintendenze, le Università e le Comunità locali, è stata occasione concreta di analisi del presente sui temi fondativi delle due Associazioni, declinati esemplarmente nel corso della sua vita da Umberto Zanotti Bianco e non vi poteva essere migliore conclusione delle celebrazioni con la testimonianza tangibile dell’eredità lasciata dal viaggiatore solidale con i popoli migranti del primo '900, raccolta oggi da un gruppo di giovani calabresi coraggiosi e determinati presenti alla Mostra allestita dal 14 dicembre al 30 gennaio 2014 nel Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma.

 

L'esposizione

Un’opportunità per riscoprire attraverso foto, manufatti tessili, video, l’arte popolare e le sue contaminazioni tra vie d’acqua e di terra, nelle tradizioni millenarie del bacino del Mediterraneo, riproposte in terra di ’ndrangheta, con i manufatti artistici realizzati nei Borghi solidali dell’Aspromonte ionico, dove il sostegno di Libera ha permesso di coltivare le terre confiscate alla mafia e ripopolare i paesi abbandonati della Locride, accogliendo comunità di profughi e rifugiati politici dell’area mediterranea e mediorientale, teatro perenne di guerre e persecuzioni, fughe e approdi tra sponde opposte dello stesso mare.

 

Un occasione per coinvolgere gli studenti nell’esempio di una cittadinanza attiva e in un esperienza di viaggio creativo lungo “le rotte dei traffici dei mercanti, le migrazioni delle anguille, fughe di popoli e nascita di dee, ”il Mediterraneo magico" di Predrag Mattvejevic, lontano dalle cronache dolorose di questi giorni. Guida sarà il progetto Reflecting “Art and Textile” promosso dal Liceo Artistico Mattia Preti-Frangipane ex istituto d’arte di Reggio Calabria, in gemellaggio con una scuola della città di Adana in Turchia: uno straordinario lavoro di ricerca realizzato con una rigorosa selezione iconografica del patrimonio storico-archeologico delle due sponde del Mediterraneo, che ha influenzato l’arte tessile di quelle popolazioni in un rimando di forme colori simboli di una civiltà comune che la mostra permetterà di conoscere meglio. Insieme alla bellezza degli antichi arazzi conservati con i grandi telai nei laboratori dell'ex’Istituto d’Arte calabrese, un luogo e una memoria da salvaguardare e musealizzare nell’attesa di un ripristino dei laboratori di arti applicate negli ordinamenti scolastici, insieme agli insegnamenti della geografia e della storia dell’arte: il DNA del “popolo italiano che si era sempre distinto nel coltivare in ogni angolo della sua terra la bellezza” (Umberto Zanotti Bianco, 1957).

 

Inaugurazione, sabato 14 dicembre 2013, ore 16,00

 

Saluti di Francesco di Gennaro, Soprintendente al Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”

 

sono invitati

Laura Boldrini, Presidente della Camera dei Deputati; Pietro Grasso, Presidente del Senato della Repubblica; Marco Rossi-Doria, Sottosegretario del MIUR; Antonia Pasqua Recchia, Segretario Generale del MiBACT

 

Presentazione di Italia Nostra e ANIMI-Società Magna Grecia

Come nasce una mostra tra passato e futuro

Una lettura delle testimonianze

Anna Sirinian, Mirko Grasso, Simone Misiani, Tito Squillaci, Roberta Filardi

 

Proiezione del video dedicato a Umberto Zanotti Bianco, a cura di Giuliano Petrelli.

 

Brindisi di commiato

 

 

Domenica, 15 dicembre 2013, ore 10,30

 

sono invitate

Lidia Ravera, Assessore alla Cultura della Regione Lazio, Flavia Barca, Assessore alla Cultura del Comune di Roma Capitale

 

Incontro con i protagonisti

Il portavoce in Italia dell’UNHCR, Il Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, l’Assessore alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria, Il Direttore dell’Agenzia dei Borghi solidali, Il Presidente dell’Associazione Libera, la Preside del Liceo Artistico Mattia Preti Frangipane, la Presidente della sezione di Italia Nostra di Reggio Calabria, gli Eredi Frangipane

 

Insieme ai rappresentanti delle comunità

Greca, Armena, Turca, Albanese, Palestinese, Eritrea

 

Con la partecipazione di

Fondazione Circoli Rosselli, Fondazione Internazionale Luigi Di Liegro, Fondazione Olivetti

 

In chiusura

Presentazione degli appuntamenti di solidarietà in musica, poesia, letteratura ed arte che accompagneranno la Mostra

 

Saluti finali con aperitivo

 

 

 

 

Servizio di Informazione e Comunicazione

Direttore - Gianfranco Calandra

-----------------------------------------------------------

Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"

Piazza G. Marconi, 14 - 00144 Roma EUR

tel. 0654952269 - fax 0654952310

Documenti da scaricare