A che gioco giochiamo? L’infanzia e il gioco nel mondo antico

Infanzia e gioco nel mondo antico_img
Genere
Tematico
Data inizio
20/04/2012
Data fine
22/12/2012
Luogo
Milano
Sede
Antiquarium "Alda Levi"

Curatori

Anna Ceresa Mori, Anna Maria Fedeli (Soprintendenza per i Beni Archeologici della  Lombardia)

Claudia Lambrugo, Fabrizio Slavazzi (Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Scienze dell’Antichità)

Progetto scientifico

Oltre un secolo è passato da quando, nel marzo 1911, un gruppo di signori di Milano, tutti esponenti del ricco panorama culturale cittadino, decise l’acquisto della collezione di Giulio Sambon che sarebbe stata venduta all’asta a Parigi nei primi giorni di maggio di quell’anno. La ricchissima raccolta Sambon aveva per tema il teatro sia antico, sia moderno; per questo ben si prestava a costituire il nucleo originario dell’erigendo Museo Teatrale alla Scala, inaugurato l’8 Marzo 1913.

La sezione archeologica della Collezione Sambon, ricca di un migliaio di pezzi di notevole valore documentario e spesso di grande qualità, è stata restituita alla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia nel 2004, per nuove scelte espositive del Museo Teatrale alla Scala.

Dal desiderio di condividere con tutti gli appassionati di arte e di antichità lo straordinario patrimonio archeologico della Collezione Sambon nasce il progetto di collaborazione tra Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia e Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università degli Studi di Milano; esso si prefigge l’obiettivo di studiare e valorizzare la raccolta, anche tramite piccole, ma accurate occasioni espositive, come quella presente.

Per il “ritorno” al grande pubblico della raccolta archeologica Sambon si è scelto un tema che non è quello centrale della collezione, ossia il teatro, bensì un argomento apparentemente secondario che pure dovette attirare egualmente l’attenzione di Giulio Sambon: il gioco e l’infanzia nel mondo greco e romano. È parso infatti che tale scelta potesse centrare più obiettivi: da un lato mostrare l’ampiezza degli interessi di Sambon collezionista e il suo staordinario intuito per manufatti rari e pregevoli (quali sono, ad esempio, le marionette e le bambole, difficilmente presenti in tale numero nelle collezioni storiche); dall’altro sensibilizzare il pubblico su un tema, - quello dell’infanzia nel mondo antico attraverso le sue principali manifestazioni -, di cui la ricerca antichistica seriamente si occupa solo da pochi decenni. Numerosi sono gli interrogativi circa la vita dei bambini su cui la ricerca si sta confrontando: la sua crescita all’interno della famiglia e nella società; le sue attività, tra le quali centrale, allora come adesso, doveva essere il gioco; il suo coinvolgimento in specifici riti religiosi, volti a tutelarne la crescita e a scongiurarne le ansie; infine la sua morte prematura, letta attraverso i numerosissimi corredi funebri di “pietosa” e “meditata” composizione. Sono anche questi i principali argomenti sviluppati dal percorso espositivo e trattati nel catalogo.

Biglietti

ingresso gratuito

Catalogo

A. Ceresa Mori, C. Lambrugo, F. Slavazzi (curr.), L’infanzia e il gioco nel mondo antico. Materiali dalla collezione Sambon, Milano 2012

Contatti

Indirizzo

via de Amicis, 17

Telefono

+39.0289400555

Email
sba-lom@beniculturali.it