Archeologia al femminile

Genere
Tematico
Data inizio
08/03/2011
Data fine
14/03/2011
Luogo
Numana (AN)
Sede
Antiquarium Statale

Curatori

Maurizio Landolfi

Ente promotore: Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche

Progetto scientifico

In occasione della Festa delle Donne appare cosa opportuna ricordare Delia Lollini (1925-2010) a un anno di distanza dalla scomparsa. E’ stata la più generosa e fervida protagonista della rinascita del rinnovamento degli studi di preistoria e protostoria delle Marche dopo l’ultimo conflitto mondiale.
In un’epoca ancora lontana dall’opportunità della quota rosa negli incarichi e uffici pubblici, seppe affermare la sua professionalità in modo discreto e riservato, alla sua maniera, dimostrando come anche le donne marchigiane sapevano adeguarsi ai tempi moderni, senza tagli netti con il passato e nel rispetto delle tradizioni della propria terra. La sua conoscenza di prima mano dei materiali marchigiani era vasta e capillare. Alimentata da un minuzioso spirito di osservazione essa si traduceva in efficace capacità conservativa con proposte interpretative che ancora oggi colpiscono per la sua essenzialità semplicità e chiarezza.
Ha praticato la ricerca e ha coltivato una conoscenza organica su tutto l’arco della disciplina paleontologica, dal Musteriano alla tarda età del ferro sino ai Celti.
Grazie ai suoi studi sugli antici piceni, oggi i marchigiani sanno di essere loro discendenti e possono affermare con consapevolezza scientifica la loro identità. Per dimostrare la loro inesattezza del giudizio recentemente e provocatoriamente espresso su Ancona, come città dissociata, è cosa opportuna che il capoluogo di Regione ricordi questa illustre studiosa di grande prestigio nazionale e internazionale e riconosciuta autorevolezza scientifica.

Orario

Tutti i giorni 8.30 - 19.30

Biglietti

Euro 2,00.  Euro 1,00 docenti in attività. Gratuito fino a 18 e oltre i 65 anni

Ufficio stampa

Antiquarium Statale di Numana
 tel. 071/9331162

Contatti

Indirizzo

via la Fenice, 4