Mogoro (OR). Complesso pre-protostorico di Cuccurada

Mogoro_L’area di Cuccurada ripresa dall’alto (da Nord-Est)
Tipologia bene scavato
Nuraghe
Regione / Stato estero
Sardegna
Provincia
Oristano
Comune
Mogoro
Localizzazione specifica
Cuccurada
Coordinate geografiche
39°39’52’’ N - 8°44’52’’ E
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Cagliari e Oristano
Tipologia scavo
Conduzione diretta
Tipologia finanziamento
Regione e Comune
Anno campagna di scavo
1994-2003, 2005-2007, 2010-2011
Responsabile di cantiere
Riccardo Cicilloni, Sandrina Carta
Responsabile scientifico
Emerenziana Usai
Datazione bene scavato: DA
Fino al 900 a.C.
Datazione bene scavato: A

Descrizione campagne

L’area archeologica pre-protostorica di Cuccurada sorge sulla punta meridionale del tavolato basaltico mogorese dominante la piana del Campidano, allo sbocco vallivo del Rio Mogoro. Il complesso comprende le spettacolari emergenze di un originale nuraghe complesso polilobato centralmente imperniato su un primitivo edificio a corridoio (Cuccurada B), di una poderosa struttura ciclopica a pianta ellittica (Cuccurada A), di una muraglia recintoria megalitica, individuabile a Sud-Ovest della struttura nuragica, edifici che insistono nell’area di un precedente insediamento eneolitico di cultura Monte Claro. Il complesso nuragico risale ad orizzonti culturali compresi tra il Bronzo Medio (1600 - 1300 a.C.) e Recente (1300-1150 a.C.) ed il Bronzo Finale (1150-900 a.C.), con sporadica frequentazione nel I Ferro (900-730 a.C.). L’indagine, condotta dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici per le Province di Cagliari e Oristano in collaborazione col Dipartimento di Scienze Archeologiche dell'Università di Cagliari, con finanziamenti della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Mogoro, si è sinora attivata con undici cantieri archeologici, più un breve intervento di scavo effettuato nel 2007 in funzione di restauri sul nuraghe.

Planimetria del nuraghe

Nella prima campagna di scavo 1994-1995 (Fondi comunali e regionali = £ 310.961.263), si sono effettuate operazioni di rimozione del tumulo esterno di crollo del nuraghe complesso, mettendone in evidenza il perimetro polilobato a cinque cuspidi, che racchiudono il vasto cortile sub-trapezoidale.

L’area di Cuccurada ripresa dall’alto (da Nord-Est)

Il nuraghe ripreso da Sud

Il secondo cantiere, svoltosi nel 1996 (fondi comunali e regionali = £ 493.652.099) è stato principalmente rivolto alla definizione degli spazi interni del nuraghe complesso. Nel terzo cantiere 1997-1998 (Fondi comunali, provinciali e regionali = £ 600.000.000), si è avuta la prosecuzione dello scavo nei vani interni del monumento (Torre C, Torre D, Torre E, cortile, corridoio d’accesso al cortile).

Gli interventi della quarta campagna 1999 (fondi comunali e regionali = £ 400.000.000) hanno interessato principalmente le zone esterne del nuraghe complesso, con lo scavo degli strati di crollo a Sud-Ovest, Nord-Ovest ed a Nord-Est. Nel ristretto spazio del corridoio d’ingresso al cortile, è stato rinvenuto un deposito votivo di età tardo-romana, di notevole interesse.

Il bronzetto con scena di caccia rinvenuto all’interno della Torre D

Nella quinta campagna di scavo 2000/2001 (fondi comunali e regionali = £ 500.000.000), i lavori si sono principalmente imperniati, all’interno del nuraghe, sullo scavo della grande corte centrale e dei vani a tholos D e E, e all’esterno, nell’area antistante l’ingresso del cortile, dove sono ubicate varie strutture capannicole. Di straordinaria rilevanza scientifica si è rivelata la stratigrafia della torre D, che ha restituito un pregevole gruppo bronzeo di piccole dimensioni, raffigurante una scena di caccia.

Nella sesta campagna 2001/2002 (fondi comunali e regionali = £ 292.844.670), e nella settima campagna 2002/2003 (fondi comunali e regionali = £ 255.988.770), l’indagine si è concentrata negli spazi chiusi del monumento.  L’ottavo cantiere 2005 (fondi comunali e regionali = € 160235,51), come pure il nono, nel 2006-2007 (fondi comunali e regionali = € 145.521,52), sono stati dedicati al riordino ed alla documentazione dei materiali rinvenuti durante gli scavi.

Nel decimo cantiere archeologico 2010 (fondi regionali e comunali = € 204.230,05), le operazioni sono state incentrate principalmente al proseguo dell’asportazione degli strati di crollo superficiali, all’esterno, nel settore settentrionale del monumento nuragico (Q.E. N.E/N.W), a ridosso del rifascio della Torre N.

Infine, durante l’undicesimo e ultimo cantiere (2011), si sono effettuate operazioni di scavo all’interno del cortile, presso un focolare ubicato nell’angolo NE dello stesso, e soprattutto nell’area del villaggio, nel settore SE di fronte all’ingresso al cortile, dove si è approfondita l’indagine negli strati pertinenti al momento di occupazione eneolitica (Monte Claro) del sito.

Bibliografia / Cartografia

  • ATZENI E. - CICILLONI R. - RAGUCCI G. - USAI E., Il complesso megalitico pre-protostorico di Cuccurada- Mogoro (OR), in G. Serreli-D. Vacca (curr.), Aspetti del megalitismo preistorico, Dolianova 2001, pp. 31-35.
  • ATZENI E. - CICILLONI R. - RAGUCCI G. - USAI E., Il deposito votivo del nuraghe Cuccurada di Mogoro tra paganesimo e cristianesimo, in P.G. Spanu (cur.), Insulae Christi. Il Cristianesimo primitivo in Sardegna, Corsica e Baleari, Oristano 2002, pp. 475-484.
  • ATZENI E. - CICILLONI R. - RAGUCCI G. - USAI E., Notiziario. NURAGHE CUCCURADA (Mogoro, Prov. di Oristano), in “Rivista di Scienze Preistoriche”, LV, Firenze 2005, pp. 557-558.
  • CICILLONI R. - RAGUCCI G., Note su alcuni manufatti litici rinvenuti nell’area archeologica pre-protostorica di Cuccurada – Mogoro (OR), in L’ossidiana del Monte Arci nel Mediterraneo. La ricerca archeologica e la salvaguardia del paesaggio per lo sviluppo delle zone interne della Sardegna, Atti del 2° Convegno Internazionale (Pau 28-30 dicembre 2003), Cagliari 2004, pp. 241-248.
  • ATZENI E.-CICILLONI R.-RAGUCCI G.-USAI E., Un bronzetto con scena di caccia dal nuraghe di Cuccurada-Mogoro (OR), in P. Bernardini, R. Zucca (cur.), Il Mediterraneo di Herakles. Studi e ricerche, Roma, Carocci, 2005, pp. 223-231.
  • CICILLONI R., Il nuraghe Cuccurada di Mogoro (OR) nel contesto archeologico dell’alta Marmilla, in S. Angiolillo, M. Giuman, A. Pasolini (cur.), Ricerca e confronti 2006. Giornate di studio di archeologia e storia dell’arte. Quaderni di Aristeo. Cagliari, Edizioni AV, 2007, pp. 35-41.