Lucinico (GO).

Lucinico_Planimetria delle strutture della chiesetta di S.Pietro
Tipologia bene scavato
Struttura per il culto - edificio di culto
Regione / Stato estero
Friuli-Venezia Giulia
Provincia
Gorizia
Comune
Gorizia
Localizzazione specifica
Lucinico, Monte Calvario
Coordinate geografiche
Gauss Boaga Est 2410565 Nord 508883
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli-Venezia Giulia
Tipologia scavo
Conduzione diretta
Anno campagna di scavo
2011
Responsabile di cantiere
Luciana Mandruzzato (Soc. Arché)
Responsabile scientifico
Angelina De Laurenzi (funzionario archeologo SBA FVG)
Datazione bene scavato: DA
477 d.C. - 1492
Datazione bene scavato: A

Descrizione campagne

Al fine di verificare il potenziale archeologico di una delle sommità del Monte Calvario, posto in prossimità della sponda dell’Isonzo in posizione dominante su Gorizia e sulle valli circostanti, che alle indagine di superficie aveva mostrato la presenza di un centro pluristratificato, sono stati predisposti una serie di saggi. Tali sondaggi hanno messo in luce le strutture della chiesa di San Pietro, nota dalle fonti. Sono infatti stati evidenziati strutture murarie di grandi dimensione (80 cm di spessore) (fig. 1) realizzate con elementi in arenaria di diverse dimensioni, variabili dai grossi blocchi squadrati a pezzame irregolare (fig. 2).

1)Struttura muraria orientata nord sud in blocchi di varie dimensioni, pertinente alla chiesetta di S. Pietro

2)Planimetria delle strutture della chiesetta di S.Pietro

All’esterno del muro nord è stata individuata un’area pavimentata con lastre di arenaria, probabilmente pertinente ad una strada che lambiva la chiesa. Non sono state invece rinvenute tracce all’interno dell’edificio, la cui stratigrafia è stata verosimilmente sconvolta dalla deflagrazione di una bomba durante la Prima Guerra Mondiale. La sommità oggetto delle indagini infatti è stata lungamente contesa, con alterne vicende, tra l’esercito Italiano e l’esercito Austriaco. Non sono invece state rinvenute evidenze fisiche riferibili alla protostoria, altrimenti testimoniata dal rinvenimento di materiali ascrivibili a questa fase durante le ricognizioni.

Angelina De Laurenzi