Pistoia (PT), Piazza del Duomo. Tombe medievali

Pistoia, Piazza del Duomo_Le tre tombe in corso di scavo
Tipologia bene scavato
Area ad uso funerario - necropoli
Regione / Stato estero
Toscana
Provincia
Pistoia
Comune
Pistoia
Localizzazione specifica
Piazza del Duomo angolo Ripa del Sale
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana
Tipologia scavo
Conduzione diretta in applicazione L.163/2006 e procedure analoghe
Tipologia finanziamento
Comunale
Anno campagna di scavo
2011
Responsabile di cantiere
Giovanni Millemaci
Responsabile scientifico
Paola Perazzi
Datazione bene scavato: DA
477 d.C. - 1492
Datazione bene scavato: A

Descrizione campagne

Nel mese di giugno 2011 lavori di scavo programmati dal Comune di Pistoia  per la posa in opera di dissuasori mobili atti a  limitare e gestire l'accesso del traffico a Piazza del Duomo, hanno costituito l'occasione per un'indagine archeologica preventiva del sottosuolo nel tratto terminale di Ripa del Sale.

L'area oggetto dell'intervento ha destato da subito interesse poichè risulta limitrofa agli scavi condotti da Giuseppe Pellegrini nel 1903 (Pellegrini 1904), che costituiscono ancora un insostituibile caposaldo per l'archeologia pistoiese e che qui meritano brevemente un richiamo.

Agli inizi del Novecento, nella zona compresa fra il palazzo comunale e la cattedrale, vennero in luce i resti di una domus composta da più ambienti (alcuni dei quali intonacati e pavimentati a mosaico) articolati intorno ad un sistema cruciforme di corridoi. Sulla domus, edificata nella prima età imperiale e rimasta in uso per alcuni secoli con un consistente rifacimento in età flavia o nel III sec. d.C., fu realizzato nella tarda antichità (IV-V sec. d.C.) un altro edificio abitativo sui cui resti, nell'alto medioevo, si sovrapposero un'area cimiteriale e successivamente costruzioni di epoca medievale distrutte alla fine del XIII-inizio XIV secolo, al momento della realizzazione del palazzo comunale e della relativa piazza.

Gli scavi del 2011, condotti in un'area ristretta di m 3 x 2,5 ca., hanno  consentito di portare in luce, ad una profondità compresa tra m 0,70 e 1,30 rispetto al basolato stradale, tre tombe del tipo a cappuccina di epoca medievale (figg. 1-2), probabilmente parte della necropoli individuata da Pellegrini.

Pistoia, Piazza del Duomo. Le tre tombe in corso di scavo

Pistoia, Piazza del Duomo: posizionamento del rinvenimento

Le tombe erano posizionate tra il fianco nord della cattedrale e il portico del palazzo comunale (fig. 3) ed erano orientate in senso est-ovest, quindi in modo parallelo rispetto all’asse maggiore della chiesa.

Pistoia, Piazza del Duomo: posizionamento del rinvenimento

La tecnica costruttiva è risultata analoga a quella già documentata  da Pellegrini : coperte da una serie di mattoni romani di riutilizzo, disposti a doppio spiovente, le sepolture erano in due casi adagiate su un fondo di lastre di ardesia, sopraelevato rispetto al piano di terra, nel terzo caso direttamente sul suolo.  I lati delle fosse erano foderati con ciottoli, bozze di calcare e laterizi romani di reimpiego, legati con malta. La tomba 2 e la 3, inviolate, erano pertinenti ad un singolo individuo e a due rispettivamente, mentre la 1, parzialmente sconvolta in occasione della costruzione di un muro di epoca moderna, conteneva i resti di un numero imprecisato di individui.

Nessuna delle sepolture conteneva oggetti di corredo, come di consueto per tombe di questo periodo. Tuttavia, in concordanza con quanto osservato dal Pellegrini, è evidente la loro anteriorità rispetto all’inizio della costruzione del palazzo comunale, quindi alla fine del XIII sec. d.C. Sono in corso analisi radiometriche al C14.

Bibliografia / Cartografia

  • G. Pellegrini, Pistoia. Scavi archeologici in piazza del Duomo, NS, 1904, pp. 241-270