Seulo (CA). Grutta de is Janas

Grutta de is Janas_Is Janas superiore
Tipologia bene scavato
Tracce di frequentazione
Regione / Stato estero
Sardegna
Provincia
Cagliari
Comune
Seulo
Localizzazione specifica
Foresta di Addoli
Coordinate geografiche
39 51’ 27.20” N 9 15’ 43.34” E
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro
Tipologia scavo
Concessione
Concessionario
Durham University, Gran Bretagna
Sponsor
Fondazione Banco di Sardegna; The British Academy, Londra; The Prehistoric Society; Durham University
Tipologia finanziamento
Contributo
Entità finanziamento
Euro 100,000 (totale)
Anno campagna di scavo
2009, 2010, 2011
Responsabile di cantiere
Robin Skeates (Durham University, Gran Bretagna)
Responsabile scientifico
Robin Skeates (Durham University, Gran Bretagna)
Datazione bene scavato: DA
Fino al 900 a.C.
Datazione bene scavato: A

Link ad altra scheda/ambito cronologico

Prot. N. DG 10083 Class 34.31.07/9.3

Descrizione campagne

La Grutta de is Janas è un grande sistema carsico contenente estesi depositi preistorici. Si trova nella parte medio-alta di un pendio collinare, ad un altitudine di 797 m.  I lavori di scavo sono proseguiti in varie camere della grotta.

2009 - Camera superiore.

Questa camera bassa ma ampia contenente ricchi depositi rituali del Neolitico Superiore, Cultura di Ozieri, situati in prossimità della stanza posta alla fine del corridoio d'ingresso al braccio Ovest del complesso carsico (Fig. 1).


Grutta de is Janas: Is Janas superiore

Contesto 1: depositi sciolti superficiali disturbati

Contesto 2: depositi compatti ed intatti sottostanti. Questi depositi comprendono un orizzonte omogeneo, profondo dai 12 ai 24 centimetri, intensamente ed estesamente bruciato, composto da pietre e da un suolo fine di colore grigio scuro. In essi sono stati rinvenuti 119 frammenti relativamente grandi di ceramica, ossa animali, 7 utensili di ossidiana, una conchiglia di bivalve marino perforata per uso ornamentale (lunga 27 mm) ed un vago di collana in pietra rossa levigata (?). Datazioni con il radiocarbonio:  

·    OxA-22197 4942±32 BP (3783-3653 cal BC)

·    OxA-22198 4997±31 BP (3812-3699 cal BC)

·    OxA-22199 4935±31 BP (3777-3651 cal BC)


Camera interna
Questa piccola camera si estende lungo la parte finale del braccio Nord della grotta.

Contesto 1: depositi superficiali disturbati.

Contesto 2: depositi intatti del primo Età del Bronzo contenenti un osso animale, 18 frammenti di ceramica preistorica (la maggior parte dei quali appartenenti ad uno stesso recipiente) e i resti di microfauna. Datazioni con il radiocarbonio:  

·    OxA-22619 3755±31 BP (2234-2120 cal BC)

·    OxA-22620 3683±28 BP (2143-1976 cal BC)



2010 - Camera superiore

Contesto 6: orizzonte concrezionato molto duro (sino a 8 cm di spessore) composto da una combinazione di calcite, piccole pietre, suolo ed intramezzato da pezzi di ceramica;

Contesto 5: deposito sciolto ed intatto di colore grigio - marrone (spesso sino a  5 cm) contenente piccole pietre, ossa animali, frammenti di ceramiche (alcune di Cultura di Ozieri) e ossidiana;

Contesto 4: deposito di grotta siltoso e di colore arancio (profondo da 6 a 22 cm), contenente pietre e microfauna che sembra avere origine naturale ma contiene anche frammenti di carbone. Datazione con il radiocarbonio:  

·    SUERC-29318 8160±40 BP (7200-7060 cal BC)


Contesto 3: calcite e roccia in posto.

Camera inferiore

Camera semicircolare (larga 2,8 m e profonda circa 3 m), delimitata sui tre lati da ampi speleotemi.

Contesto 1: crollo e deposito superficiale disturbato (spesso da 10 a 40 cm);

Contesto 2: depositi di ceneri fini, sciolti, di colore grigio-marrone scuro (spessi da 3 a 5 cm), contenenti piccole pietre, alcune ossa, una grande quantità di pezzi di ceramiche, un frammento di una lama metallica;

Contesto 3: formazione calcitica discontinua derivata da percolamento d'acqua (spesso 2 cm) - culturalmente sterile;

Contesto 4: deposito di ceneri nere (di profondità sconosciuta), contenente un suolo molto sottile, alcune ossa e frammenti di ceramica (tra cui il piede di un tripode appartenente alla Cultura di Ozieri). Datazioni con il radiocarbonio:  

·    OxA-23524 5016±31 BP (3822-3708 cal BC)


Camera inferiore grande

Grande camera semi-circolare (larga circa 6 m e profonda 3 m).

Contesto 1: crollo e deposito sciolto (spesso circa 45 cm);

Contesto 2: depositi sciolti di suolo con cenere (spessore circa 5 cm) contenenti rare rocce, ceramiche, ossa animali, ossidiana, un chiodo metallico;

Contesto 3: deposito leggermente più compatto costituito da ceneri grigio-marrone (spesse circa 7 cm) contenenti piccole pietre, ossa animali, pezzi di ceramica, ossidiana, metallo (recente), una perlina, un frammento di figurina in pietra (del tipo Cultura di Ozieri) (Fig. 2).

Grutta de is Janas: Is Janas inferiore grande

Contesto 4: roccia in posto.


2011 - Camera inferiore

Lo scavo di quest'area non è ancora completa.

Contesto 4: Sulla base dei ritrovamenti preliminari (Fig. 3) si può dire che questo deposito è ben sigillato dal Contesto intermedio 2 e quindi protetto dall'azione di disturbo presente nel Contesto 1.

 Grutta de is Janas: Is Janas inferiore

 

·    OxA-22197 4942±32 BP (3783-3653 cal BC)

·    OxA-22198 4997±31 BP (3812-3699 cal BC)

·    OxA-22199 4935±31 BP (3777-3651 cal BC)


Camera interna
Questa piccola camera si estende lungo la parte finale del braccio Nord della grotta.

Contesto 1: depositi superficiali disturbati.

Contesto 2: depositi intatti del primo Età del Bronzo contenenti un osso animale, 18 frammenti di ceramica preistorica (la maggior parte dei quali appartenenti ad uno stesso recipiente) e i resti di microfauna. Datazioni con il radiocarbonio:  

·    OxA-22619 3755±31 BP (2234-2120 cal BC)

·    OxA-22620 3683±28 BP (2143-1976 cal BC)



2010 - Camera superiore

Contesto 6: orizzonte concrezionato molto duro (sino a 8 cm di spessore) composto da una combinazione di calcite, piccole pietre, suolo ed intramezzato da pezzi di ceramica;

Contesto 5: deposito sciolto ed intatto di colore grigio - marrone (spesso sino a  5 cm) contenente piccole pietre, ossa animali, frammenti di ceramiche (alcune di Cultura di Ozieri) e ossidiana;

Contesto 4: deposito di grotta siltoso e di colore arancio (profondo da 6 a 22 cm), contenente pietre e microfauna che sembra avere origine naturale ma contiene anche frammenti di carbone. Datazione con il radiocarbonio:  

·    SUERC-29318 8160±40 BP (7200-7060 cal BC)


Contesto 3: calcite e roccia in posto.

Camera inferiore

Camera semicircolare (larga 2,8 m e profonda circa 3 m), delimitata sui tre lati da ampi speleotemi.

Contesto 1: crollo e deposito superficiale disturbato (spesso da 10 a 40 cm);

Contesto 2: depositi di ceneri fini, sciolti, di colore grigio-marrone scuro (spessi da 3 a 5 cm), contenenti piccole pietre, alcune ossa, una grande quantità di pezzi di ceramiche, un frammento di una lama metallica;

Contesto 3: formazione calcitica discontinua derivata da percolamento d'acqua (spesso 2 cm) - culturalmente sterile;

Contesto 4: deposito di ceneri nere (di profondità sconosciuta), contenente un suolo molto sottile, alcune ossa e frammenti di ceramica (tra cui il piede di un tripode appartenente alla Cultura di Ozieri). Datazioni con il radiocarbonio:  

·    OxA-23524 5016±31 BP (3822-3708 cal BC)


Camera inferiore grande

Grande camera semi-circolare (larga circa 6 m e profonda 3 m).

Contesto 1: crollo e deposito sciolto (spesso circa 45 cm);

Contesto 2: depositi sciolti di suolo con cenere (spessore circa 5 cm) contenenti rare rocce, ceramiche, ossa animali, ossidiana, un chiodo metallico;

Contesto 3: deposito leggermente più compatto costituito da ceneri grigio-marrone (spesse circa 7 cm) contenenti piccole pietre, ossa animali, pezzi di ceramica, ossidiana, metallo (recente), una perlina, un frammento di figurina in pietra (del tipo Cultura di Ozieri) (Fig. 2).

Contesto 4: roccia in posto.


2011 - Camera inferiore

Lo scavo di quest'area non è ancora completa.

Contesto 4: Sulla base dei ritrovamenti preliminari (Fig. 3) si può dire che questo deposito è ben sigillato dal Contesto intermedio 2 e quindi protetto dall'azione di disturbo presente nel Contesto 1.

Robin Skeates

Bibliografia / Cartografia

  • R. SKEATES, The Seulo Caves Project, Sardinia: a report on archaeological work undertaken in 2009 and 2010. Cave and Karst Science 38 (3), 2011, pp. 131-136.

Link esterno

http://www.dur.ac.uk/archaeology/research/projects/?mode=project&id=409