Siniscola (NU). La tomba di giganti

Siniscola_Su Picante. Veduta dell'area
Tipologia bene scavato
Area ad uso funerario - Tomba
Regione / Stato estero
Sardegna
Provincia
Nuoro
Comune
Siniscola
Localizzazione specifica
Jorghi Ufrattu
Coordinate geografiche
N. 40 30.308; E. 009 44.848
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro
Tipologia scavo
Conduzione diretta
Tipologia finanziamento
Legge Regionale 37/1998 (interventi finalizzati all’occupazione e allo sviluppo del sistema produttivo)
Entità finanziamento
Euro 150000,00
Anno campagna di scavo
2008
Responsabile di cantiere
Paola Mancini
Responsabile scientifico
Antonio Sanciu
Datazione bene scavato: DA
Fino al 900 a.C.
Datazione bene scavato: A

Descrizione campagne

La tomba di giganti di Su Picante è ubicata su un pianoro, nella regione di Jorghi Ufrattu, lungo la valle del rio Caddare tra Irgoli e Capo Comino.

Su Picante. Planimetria

Rientra nelle tombe di giganti di tipo ortostatico di tradizione dolmenica; pur essendo stata sottoposta all'azione di scavatori abusivi intervenuti, tra l'altro, con un mezzo meccanico, è stata recuperata, pressoché nella sua interezza, consolidata e resa fruibile. Si compone di un corridoio rettangolare, realizzato con lastroni infissi a coltello alternati a blocchi disposti a filari e coperto da lastre tabulari, solo in parte conservatesi. Sulla fronte si apre l'esedra semicircolare che definisce l'area cerimoniale; questa conserva ancora in situ 12 ortostati per lato rinforzati sui fianchi e sul retro da una sorta di muretto che ha lo scopo di sostenerli e di contenere le spinte dell'imponente tumulo. Generalmente le tombe di questo tipo sono caratterizzate dalla presenza, al centro dell'esedra, della stele centinata; di questo elemento non è stata qui trovata alcuna traccia. Non si può escludere che, in questo caso, la funzione sia stata svolta da un grande blocco trapezoidale rinvenuto rovesciato davanti all'ingresso. La tomba ha una struttura non perfettamente regolare, in quanto segue l'andamento del terreno caratterizzato da parti in pendenza e da banchi di roccia affiorante. Il piano roccioso di base è evidente, soprattutto, nell'area destra dell'esedra, dove sono presenti dei tagli verticali realizzati, presumibilmente, per consentire lo scorrimento dell'acqua piovana. Lo scavo ha consentito il recupero delle offerte, per lo più contenitori in ceramica decorati con nervature e bugne, deposte nell'esedra, prevalentemente sul lato destro.

Su Picante. Veduta dell'area

Sulla base dei materiali ritrovati la tomba si data al Bronzo medio e precisamente alla cultura di Sa Turricula che ne caratterizza le fasi iniziali; una frequentazione, ancorché sporadica, nella tarda età nuragica è attestata da un solo rinvenimento: un frammento di collo di brocca askoide.

Antonio Sanciu
Paola Mancini

Bibliografia / Cartografia

  • P. MANCINI, La tomba di giganti di Su Picante a Siniscola (Nuoro), in Fasti On Line. Documents & Research, 215, 2011.
  • P. MANCINI, Siniscola (Nuoro). Lo scavo della tomba di giganti di Su Picante, in Erentzias, 1, Sassari 2011, pp. 378-379.

Link esterno

http://www.fastionline.org/docs/FOLDER-it-2011-215.pdf