Francavilla Fontana (BR). Tomba a semicamera

Francavilla. Lastrone di copertura intercettato nel corso della realizzazione della trincea per il cavidotto
Tipologia bene scavato
Area ad uso funerario - Tomba
Regione / Stato estero
Puglia
Provincia
Brindisi
Comune
Francavilla Fontana
Localizzazione specifica
Strada Provinciale per Carosino (N. 603)
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia
Tipologia scavo
Conduzione diretta
Tipologia finanziamento
Fondi MiBAC
Entità finanziamento
Euro 6.700,00
Anno campagna di scavo
2011
Responsabile di cantiere
Assunta Cocchiaro
Responsabile scientifico
Assunta Cocchiaro
Datazione bene scavato: DA
899 a.C. - 200 a.C.
Datazione bene scavato: A

Descrizione campagne

A Km 3 dall’abitato di Francavilla Fontana (BR), lungo la Strada Provinciale per Carosino, nel corso dei lavori per la realizzazione di un cavidotto di collegamento ad un impianto fotovoltaico, si intercettava il lastrone di copertura di una monumentale tomba a semicamera (fig. 1).

Francavilla. Lastrone di copertura intercettato nel corso della realizzazione della trincea per il cavidotto

Fig. 1. Lastrone di copertura intercettato nel corso della realizzazione della trincea per il cavidotto

La tomba risultava estendersi oltre la banchina stradale in proprietà privata. Nell’impossibilità di procedere all’immediato recupero si impartivano precise disposizioni per la ricopertura della trincea del cavidotto e si dava immediata comunicazione del rinvenimento al Comando Stazione Carabinieri di Francavilla Fontana per l’inserimento dell’area nell’attività di controllo territoriale. In data 7/1/2011 veniva inoltre data informativa del rinvenimento anche al Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale.
Considerato il rischio di perdita dei beni, in data 17/1/2011 si procedeva all’intervento di scavo di somma urgenza.
La monumentale  tomba a semicamera, costituita e coperta da lastroni (fig. 2), con pareti intonacate e dipinte, è stata completamente messa in luce, documentata e, a fine lavori, chiusa con ogni opportuno accorgimento tecnico, ripristinando poi il livello del piano campagna in corrispondenza dello scavo effettuato.

Francavilla. Tomba a semicamera, con lastroni di copertura.

Fig. 2 Tomba a semicamera, con lastroni di copertura

La tomba ha restituito tredici reperti a corredo di un solo individuo adulto inumato.
Numerosi i reperti in ceramica sovraddipinta policroma nello stile di Gnathia, soprattutto skyphoi, secondo un rituale funerario riscontrato anche in altre sepolture di età messapica a Francavilla Fontana (MARINAZZO 1980). La produzione di tali reperti è riconducibile ad officine locali  (cfr. GIANNOTTA 1996).
Fra i reperti a ceramica  vernice nera presenti nel corredo, ricorrenti nei corredi funerari di età ellenistica in territorio apulo, si segnala la coppa forma 4 in HFR, classe inquadrabile fra l’ultimo terzo del III sec. a.C. e la prima metà del II sec. a.C. (YNTEMA 1990).
Allo stesso orizzonte cronologico delle classi di reperti citate riporta anche una lucerna a v.n. con becco ad ancora (cfr. MASIELLO 1992).  
Il corredo funerario è dunque inquadrabile tra la seconda metà del III sec. a.C. e gli inizi II sec. a.C.                                                                                                                          Assunta Cocchiaro

Bibliografia / Cartografia

  • M.T. GIANNOTTA, La ceramica sovraddipinta policroma:l’area messapica, in Arte e artigianato in Magna Grecia, Napoli 1996, pp. 453-462.
  • A. MARINAZZO, La necropoli messapica di San Lorenzo (Francavilla Fontana), Fasano 1980, pp. 27-39.
  • L. MASIELLO, Lucerne di età ellenistica in Italia Meridionale, in Taras. Rivista di archeologia 12, 1992, pp. 57-114.
  • D. YNTEMA, A specific group of black-gloss ware excavated at Valesio: the HFR Group and its connections, in Studi di antichità 6, 1990, pp. 167-186.