Tolfa (RM). Complesso romano delle Mattonelle in loc. Baldone

Tolfa Le Mattonelle: ambiente termale con praefurnium
Tipologia bene scavato
Infrastruttura di servizio - Mutatio
Regione / Stato estero
Lazio
Provincia
Roma
Comune
Tolfa
Localizzazione specifica
Mattonelle/Baldone
Istituto-ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale
Tipologia scavo
Conduzione diretta
Anno campagna di scavo
2009-2010
Responsabile di cantiere
Alessia Savi Scarponi
Responsabile scientifico
Gianfranco Gazzetti
Datazione bene scavato: DA
199 a.C. - 476 d.C.
Datazione bene scavato: A

Descrizione campagne

Nell’estate 2009-2010 in collaborazione con i volontari della Sezione di Tolfa del Gruppo Archeologico Romano è stato iniziato il recupero di un complesso edilizio di epoca romana localizzato in località Le Mattonelle - Baldone in Comune di Tolfa.
L’andamento morfologico del terreno e le strutture murarie scoperte suggeriscono che l’antico complesso si sviluppasse su terrazzamenti artificiali digradanti verso valle: una muratura dello spessore di oltre un metro sembra costituire il limite di uno dei terrazzamenti, occupato da alcuni ambienti con funzione termale. In particolare, la presenza di un arco di scarico (praefurnium ?) inserito nella muratura di uno degli ambienti (fig. 1) e di colonnette di mattoni atte a sollevare il pavimento per permettere la circolazione di aria calda (suspensurae) qualificano il vano come calidarium.

Tolfa Le Mattonelle: ambiente termale con praefurnium

Fig. 1 Tolfa Le Mattonelle: ambiente termale con praefurnium

Adiacente al presunto calidarium è stata esposta parte di un altro vano, forse identificabile come vasca. Durante gli scavi il ritrovamento di numerosi frammenti di lastre di marmo, di stucchi decorati e di mosaici indica quanto ricco dovesse essere l’apparato decorativo degli ambienti termali e, indirettamente, dell’intero complesso; i frammenti di ceramica rinvenuti sono databili tra l’età flavia e l’età traianea (seconda metà I sec. - prima metà II sec. d.C.), ma il complesso edilizio ebbe certamente un periodo di utilizzo maggiore, come suggeriscono alcune strutture murarie di epoca più tarda, rinvenute negli ambienti esposti, testimoni di modifiche planimetriche o funzionali dei vani nel corso dei secolo.