Le città visibili. Archeologia dei processi di formazione urbana

Alghero (SS), Complesso di Santa Chiara, Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica - Università degli Studi di Sassari

31 gennaio - 1 febbraio 2014 - Seminario

Le citta' visibili, locandina - programma

Il 31 gennaio ed il 1 febbraio 2014 si tiene  ad Alghero il seminario “Le città visibili. Archeologia dei processi di formazione urbana”. Il seminario, organizzato da Marco Rendeli (Università degli Studi di Sassari), vede la partecipazione, tra gli altri, delle Università di Roma La Sapienza, Milano, Bologna, Salerno, Barcellona, Granada, Parigi La Sorbonne e Toronto, col patrocinio della Regione Sardegna e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

La prima giornata è dedicata ad una panoramica dello sviluppo dei processi urbani nelle diverse parti del Mediterraneo: dal vicino oriente e l’Anatolia alle isole di Cipro e Creta, quindi alla Grecia, Egeo e colonie fino ad arrivare alla penisola iberica, passando per la Francia meridionale ed il nord Africa.

La seconda giornata è invece dedicata agli studi più recenti aventi per oggetto la penisola italiana: da Felsina all’Etruria, dall’Abruzzo a Pontecagnano ed alla Sardegna.

L’attenzione è quindi focalizzata anche sulle compagini sociali che hanno dato vita a forme statali senza però seguire un percorso di formazione urbana. Al contempo si indaga anche il rapporto con l’eventuale presenza di colonie, che possono o meno aver costituito il motore di nuove formazioni urbane locali, con forme di più o meno spiccata presenza di integrazione nella struttura locale.

Il seminario vuole quindi delineare un quadro ampio per l’area mediterranea che permetta di comprendere lungo quali traiettorie si muovono i processi di formazione urbana, in quali tempi, con quali caratteristiche e con quali rapporti con mondi altri.

 

Il programma è disponibile ingrandendo l'immagine a lato (zoom attivo).

 

La sede del seminario è il nuovo Complesso di Santa Chiara, Bastioni Pigafetta, Alghero.