Capaccio (SA). Paestum. Necropoli di Spinazzo. Tomba n. 129/2010. Corredo

Paestum_t. 129
Tipologia bene restaurato
Strumenti, utensili e oggetti d'uso - Contenitori e recipienti
Regione
Campania
Provincia
Salerno
Comune
Capaccio-Paestum
Localizzazione specifica
Museo Archeologico Nazionale di Paestum - Deposito
Coordinate geografiche
Lat 40° 25' 55,52" N Lon 15° 1' 7,17" E (coordinate della tomba)
Istituto-Ufficio competente
Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino Benevento e Caserta
Tipologia intervento
Restauro
Anno/i campagna/e di restauro
2010
Responsabile di cantiere
Pietro Stasi; operatori: Pietro Stasi, M. Palia Voza, Raffaele Cantiello, Franco Calceglia e Francesco Marino
Responsabile scientifico
Marina Cipriani
Datazione bene restaurato: DA
899 a.C. - 200 a.C.
Datazione bene restaurato: A

Descrizione

Ogg. n. 1)       Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 8,5, diam. cm 5

Stato conservativo: integra, con vernice a tratti evanida.

Ogg. n. 2)      Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 9, diam. cm 7.

Stato conservativo: integra, con vernice a tratti evanida.

Ogg. n. 3)      Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 8, diam. cm 7.

Stato conservativo: integra, con vernice a tratti evanida.

Ogg. n. 4)      Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 8, diam. cm 7.

Stato conservativo: integra, con vernice a tratti evanida.

Ogg. n. 5)      Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 7,8, diam. cm 5.

Stato conservativo: integra

Ogg. n. 6)      Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 9,5, diam. cm 6.

Stato conservativo: frammentata, con vernice a tratti evanida.

Ogg. n. 7)      Lekythos a vernice nera

Misure alt. cm 6,5, diam. cm 6.

Stato conservativo: frammentata, con vernice a tratti evanida.

Ogg. n. 8)      Lekythos a vernice nera.

Misure alt. cm 13,5, diam. cm 8.

Stato conservativo: frammentata, rotto solo il beccuccio.

Ogg. n. 9)      Lekythos a figure rosse con testa femminile con sakkòs rivolta a sinistra.

Misure alt. cm 8, diam cm 4,5.

Stato conservativo: Ottimo stato conservativo.

Intervento di restauro: asportazione di incrostazione calcarea molto resistente al distacco effettuata con bisturi e micro attrezzatura meccanica, (mini martello pneumatico, trapanino, frese, ecc.) e chimica (acqua distillata, miscele di sali solubili e bagni alcalini e impacchi cellulosa). (Fig.1)

Paestum_t. 129

Fig. 1 – Paestum. Corredo della tomba 129/2010 della necropoli di Spinazzo dopo il restauro

Consolidamento: i frammenti sono stati trattati con resine acriliche (paraloid B72) disciolte in solvente a concentrazione variabile dal 3% - 5%.

Assemblaggio: è stato eseguito con resina epossidica Uhu Plus bi componente.