Grotta della Monaca (CS). Cavità naturale di origine carsica

Grotta della Monaca
Site typology
Tracce di frequentazione
Region / State
Calabria
Province
Cosenza
Municipality
Sant'Agata di Esaro
Exact location
Grotta della Monaca
Coordinates
Lat 39°37’40’’Long 15°58’32’’ (Google Earth; http://www.pcn.minambiente.it/PCN/)
Competent institute-office
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria
Excavation typology
Concessione
Concessionaire
Università degli Studi di Bari
Year of excavation
2000-2011
Site supervisor
Alfredo Geniola
Scientific responsible
Felice Larocca (Funzionario incaricato: Gregorio Aversa)
Dating from
Fino al 900 a.C.
Dating to
477 d.C. - 1492

Link to other record / chronological range

prot. DG4322 Class. 34.31.07/40.1

Description

Dall'anno 2000 è attiva una missione di ricerca che indaga il sito sotterraneo d'interesse archeominerario situato nel settore nord-occidentale della Calabria. Esso domina con un maestoso ingresso (600 m di altitudine s.l.m.) l'alta valle del Fiume Esaro, ubicata a poca distanza dal Mar Tirreno. La cavità, che si sviluppa per 355 m nei calcari dolomitici del Trias attraverso ambienti dalla volumetria e morfologia diversificate (gallerie, sale, cunicoli), contiene abbondanti mineralizzazioni di ferro (goethite, lepidocrocite, ematite, yukonite) e, in quantità minori, di rame (malachite, azzurrite, brochantite, libethenite, sampleite). Queste risorse minerarie hanno condizionato fortemente il rapporto tra l'uomo e la cavità, sicché quest'ultima è stata a più riprese frequentata, durante la Preistoria e poi nelle epoche successive, per l'estrazione dei suoi preziosi minerali.

Le ricerche hanno portato al recupero di numerosi resti scheletrici umani, fra cui molti pertinenti ad individui in età infantile. Contestualmente sono state indagate anche aree ipogee di esclusivo interesse archeo-minerario, dove si è proceduto ad un'attenta campionatura di resti antracologici (residui di torce impiegate per l'illuminazione sotterranea). Sempre sul piano archeo-minerario si segnala il rinvenimento di utensili litici da scavo (asce-martello e mazzuoli scanalati). Questi utensili sono stati estratti da riempimenti clastici indagati anche fino a 3 metri di profondità dalla superficie: la loro posizione nelle masse detritiche sottolinea i massicci sbancamenti operati dai minatori preistorici.

Una serie di datazioni radiocarboniche ha permesso di precisare almeno tre distinte fasi di presenza antropica antica nel sito sotterraneo. Lo sfruttamento della goethite (un idrossido di ferro) inizia episodicamente già nel Paleolitico superiore, per intensificarsi e stabilizzarsi alla fine dell'età neolitica. Allo sfruttamento della goethite si sovrappone, nel corso del IV millennio a.C., una coltivazione diretta con ogni evidenza all'approvvigionamento dei minerali di rame, in primo luogo della malachite. Le attività estrattive preistoriche si concludono nel corso dell'età del Bronzo, allorché i settori più interni della cavità vengono utilizzati per scopi sepolcrali. Una ripresa delle coltivazioni della goethite avviene più tardi in epoca post-medievale, allorché sono scavate con picconi metallici estese gallerie artificiali nella parte iniziale del sistema sotterraneo.

Grotta della Monaca

Bibliography / Cartography

  • A. GENIOLA, F. LAROCCA, F. VURRO, Approvvigionamento di risorse minerarie nella Grotta della Monaca (Sant'Agata di Esaro - Cosenza). Atti della XXXIX Riunione Scientifica dell'Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria. Materie Prime e Scambi nella Preistoria Italiana (Firenze 25-27 novembre 2004), Firenze 2006, pp. 1349-1359.
  • F. LAROCCA (cur.), La Miniera Pre-Protostorica di Grotta della Monaca (Sant'Agata di Esaro - Cosenza). Centro Regionale di Speleologia "Enzo dei Medici". Roseto Capo Spulico 2005.
  • F. LAROCCA, Grotta della Monaca: a Prehistoric Copper and Iron Mine in the Calabria Region (Italy). Mining in European History and its Impact on Environment and Human Societies. Proceedings for the 1st Mining in European History-Conference of the SFB-HIMAT (Innsbruck 12-15 novembre 2009), Innsbruck 2010, pp. 267-270.

External link

http://www.grottadellamonaca.it